Ginfographic 2016: il pubblico vuole scegliere il proprio gin

In News by Paolo VercellisLeave a Comment

Da qualche anno a questa parte il portale GinFoundry , raccoglitore di gin per esperti e non, elabora una divertente Infografica che fa seguito a una ricerca annuale sul modo di consumare Gin.

Quest’anno la survey, pubblicata sul  sito e proposta in alcuni bar, è stata compilata da 2000 rispondenti.
Pur trattandosi di un prodotto, il lanciatissimo gin, che nell’ultimo anno ha conosciuto un successo che nessuno poteva prevedere(+37% l’export tra i vari Paesi, +30% il consumo di gin nel solo UK), possiamo avere delle indicazioni più generali sul modo in cui ci si avvicina a un bancone. E possiamo dire che la curiosità sta crescendo!

Il primo dato che salta all’occhio è che il 56% delle persone sedute a bere gin tonic scelgono sempre il loro gin e non si lasciano servire passivamente. Delle restanti, il 35% si lascia tentare dalle bottiglie che vede e chiede di conseguenza, l’8% cerca un sapore o aroma particolare e solo l’1% si affida alla sorte (e al barman!)

infograph1gin

Quando si passa alla statistica inversa, ovvero non la scelta attiva, ma il fatto di attendersi una specifica domanda sul servizio da parte del barman ecco che le statistiche vengono confermate. Alla domanda: quando ordini il tuo gin tonic ti aspetti che il barista ti chieda quale gin desideri, quasi due intervistati su tre dicono di attendersi sempre la richiesta. La parte restante di pubblico dice di attendersi una simile domanda solo nei “Top Bars” e soltanto il 2% non si aspetta di poter fare questa scelta.

askedgin

Insomma gli orizzonti del gin si aprono e vogliamo pensare che lo facciano anche quelli di altri prodotti, nel frattempo se le statistiche sono queste non esitate mai a chiedere un prodotto specifico o più in generale a parlare con il vostro barman di fiducia…è lì apposta!

Se vi interessa l’infografica completa, che consigliamo, potete visitare GinFoundry per trovare altri spunti sulla ricerca!

Leave a Reply