Agua Sancta Milano

Agua Sancta, il Messico che non ti aspetti nel cuore della movida milanese

In I Bar by Paolo VercellisLeave a Comment

“Il bere è un rito collettivo. Nessun vero messicano si ubriacherebbe mai da solo, dice don Venustiano arrotolando un altro taquito de carnitas, il mignolo abilissimo a sostenere l’involtino di tortilla senza perdere una sola goccia di salsa.” – La polvere del Messico, Pino Cacucci

Ad agosto del 2019 avevo preventivato un viaggio in Messico, alla fine non effettuato per svariati motivi: probabilmente non era ancora il tempo. E’ uno dei viaggi da cui mi aspetto di più e voglio realizzarlo soltanto quando sarà il momento giusto (ovvero a brevissimo). 
Sempre nell’estate del 2019 sono entrato per la prima volta insieme a Monica, la nostra fotografa, e alla preziosa guida di Camilla che cura la comunicazione di diversi locali milanesi, all’Agua Sancta per il nostro Bar Tour settimanale.

E ci ho trovato molto più di quel che mi aspettavo: spesso a Milano e in Italia i locali messicani arrivano dagli anni ’90 e fanno un tex-mex in versione un po’ cheap. Alcuni invece, penso ad esempio alla Punta de Expedio di Roma, hanno aperto soltanto dopo aver studiato approfonditamente il Messico, i suoi prodotti, le sue preparazioni e la sua magia e sono riusciti a realizzare locali genuini e di stampo chiaramente messicano.

Questo è successo anche da Agua Sancta che si trova in una zona super battuta di Milano, siamo in Corso Garibaldi, e la sera il passaggio di pubblico è continuo e dura tutta la notte. Eppure qui, come in tutti i locali del gruppo del Chinese Box (il Bob su tutti), la cura al dettaglio e l’attenzione alle materie prime utilizzate sono massime e sono la chiave di lettura per comprendere il progetto di Agua Sancta.

La bottigliera di Agua Sancta

La bottigliera in cui spiccano Tequila e Mezcal per tutti i gusti

Ci troviamo di fatto in un Tequila e Mezcal bar tradizionale messicano con degli elementi italiani che non stravolgono ma anzi esaltano le ricette. Il locale è molto colorato e pieno di teschi tradizionali messicani ma senza esagerare: c’è molta allegria ma non troppo trash che è esattamente ciò che negli anni ’90 ha rovinato il concetto di messicano in Italia.

Il nome Agua Sancta si deve alla sacralità che il Mezcal aveva e ha tutt’ora in terra messicana. E’ un distillato ancestrale, puro, che ancora oggi ha un fortissimo carattere tradizionale e legato alla terra e alle divinità legate alla pianta dell’Agave, il Maguey.
Il Mezcal è puro, cristallino, è agua. Ma nello stesso tempo se bevuto rinvigorisce, rincuora, rende più forti e soddisfa gli Dei, è Sancta.
Naturalmente non può esistere il concetto di Messico senza tacos y margaritas e infatti ecco i tacos in moltissime versioni, più classiche e con varianti anche italiane, e otto Margaritas in lista per soddisfare ogni tipo di sete.

Questa sera dietro al bancone troviamo Christian Gazzoni che lavora qui da settembre 2019. Da Agua Sancta funziona molto bene l’aperitivo visto che i drink sono diversi da quelli dei locali che si affacciano su corso Garibaldi. E nel caso in cui non foste amanti della miscelazione, qui è possibile organizzare degustazioni verticali di prodotto grazie all’ampia bottigliera in cui ovviamente i distillati d’agave sono protagonisti.

Christian Gazzoni, Agua Sancta

Christian sarà la nostra guida spiriturale alla santità del mezcal

Ci sediamo in questo contesto colorato, con la musica giusta e una fantastica informalità che fa sentire a casa e si comincia subito con l’Agua Sancta, il drink che prende il nome dal locale. 
E’ uno dei Margaritas proposti da Christian e al suo interno troviamo Tequila infusa agli agrumi, Triple Sec, sciroppo d’agave e succo di lime. Il tutto viene servito su ghiaccio in questa variante del Tommy’s Margarita valorizzato da una nota ulteriore di agrumi. E il servizio avviene dentro un particolarissimo bicchiere che replica uno dei teschi messicani del Dia de Los Muertos nella piena tradizione messicana: la morte è associata a colori sgargianti e disegni divertenti.

Agua Sancta

L’Agua Sancta e il suo servizio in questo teschio messicano. Que bien!

Il drink è un grande classico della miscelazione contemporanea ma in effetti l’aggiunta dell’agrume in infusione fornisce delle note decise in più che sono sostenute anche dalla presenza di una profumatissima arancia a guarnizione del drink.

Insieme all’Agua Sancta arriva anche il nostro aperitivo che qui si compone di salsa guacamole fatta in casa (nota di merito, è buonissima!), mais tostato, olive e nachos fatti in casa (anche qui, pazzeschi e leggeri).

Intanto procediamo con il nostro viaggio tra i drink di Agua Sancta e proviamo I’m Blue. All’interno del drink troviamo Tequila infusa alla lavanda, Blue Curacao, sciroppo di zucchero, succo di limone fresco e albumina per montare.

I'm Blue - Agua Sancta

Un drink azzurro a base tequila per iniziare una grande serata con un bell’aperitivo

I’m Blue segue la linea dei drink di Agua Sancta ovvero quella di una miscelazione semplice, senza troppi ingredienti ma realizzata con buoni prodotti e con un’ottima idea di partenza: in questo caso l’infusione della lavanda nel Tequila.

Christian mi racconta che i clienti milanesi sono ormai molto esigenti e allo stesso tempo ricercano sempre nuovi gusti e nuove esperienze: qui tutto colpisce la fantasia, nulla è affidato soltanto ai drink ma è il contesto che parla alla clientela attraverso musica, luci e tutta l’atmosfera che si respira nel locale.

Un locale, Agua Sancta, che riesce a raccontare il Messico anche attraverso i piatti che propone e che stasera abbiamo la fortuna di assaggiare. Si va dai classici tacos al pastor con carne e ananas saltati, agli altrettanto classici (ma buonissimi) tacos de pollo fino ad arrivare a un piattino di burrata, nduja e nachos che commuove me e Monica per la sua bontà (e grassezza, va detto). Tutti i piatti sono disponibili anche a pranzo dal martedì al sabato.


Insieme a questa meraviglia arriva anche un drink rinfrescante e dall’anima estremamente messicana: il Pepino. Al suo interno troviamo Mezcal, sciroppo d’agave, cetriolo, jalapeno fresco e succo di lime.
Il tutto viene servito su ghiaccio tritato e decorato con il resto del jalapeno, un effetto scenico divertente.

Pepino - Agua Sancta

Il Pepino. Freschissimo e piccante, esattamente come te lo aspetti

Questo è il drink che mi è piaciuto decisamente di più tra quelli assaggiati. I sapori sono molti e ben combinati: c’è l’affumicato del mezcal, ci sono le acidità, la piccantezza e tutto questo sostenuto dalla meravigliosa freschezza del cetriolo che si sposa benissimo con i distillati d’agave. Il Pepino è il drink che vi consiglio di ordinare quando cenerete da Agua Sancta, non fatevi spaventare dalla presenza del jalapeno perchè non è eccessivamente piccante!

Ogni drink può essere associato a uno dei piattini e viceversa ma è un pairing molto libero da costrizioni, tutto si può bere mangiando qualunque cosa e anche questa libertà profuma molto di Messico.

Noi, ormai pienissimi e soddisfatti, ci avviciniamo alla conclusione dell’intervista con un ultima variante su un grande classico: assaggiamo il Tommy’s Smoky.
Al suo interno troviamo Tequila, Mezcal, succo di lime, sciroppo d’agave e attorno al bicchiere una crusta di sale affumicato al legno di faggio.

Tommy's Smoky - Agua Sancta

Il Tommy’s Smoky e i suoi profumi affumicati concludono questa ora messicana

Il sale ha la funzione di valorizzare ed amplificare l’affumicato del Mezcal. Mi piace molto il contrasto che si viene a creare tra la parte salata e la freschezza e acidità del drink: un esperimento ben riuscito!

Giungiamo così alla fine di questa ora messicana in compagnia di Camilla e di Christian. L’esperienza è stata molto positiva e Agua Sancta si inserisce tra i dieci locali che durante una visita a Milano vanno assolutamente visti. Reinterpretare il Messico sta diventando una moda, farlo rispettando la Tradizione e innovandola attraverso lo studio, l’attenzione al dettaglio e la cura nella scelta delle materie prime è per pochi. E qui lo fanno molto bene.

Agua Sancta
corso Garibaldi 110, Milano
aperto dal martedì al sabato da pranzo alle due di notte, la domenica dalle 18 alle due di notte

Leave a Reply