Kanpai

Siamo tornati da Kanpai per la nuova drinklist. Avete mai bevuto gli edamame?

In I Bar by Paolo VercellisLeave a Comment

Circa un anno fa eravamo entrati al Kanpai la prima volta per un primissimo Bar Tour, all’epoca il locale aveva appena aperto. E’ passato parecchio tempo prima di questo nostro ritorno estivo, nel frattempo personalmente ho cercato di frequentare questo bel bancone in stile orientale ogni volta che ho potuto nelle mie serate milanesi.
Naturalmente, come spesso accade, è diventato sempre più complicato destreggiarsi tra le numerosissime prenotazioni e i posti costantemente occupati a banco: se si è fortunati intorno alle 18.30, quando Kanpai apre, si trova un angolino al bancone e si scambia qualche chiacchiera con Samu (Samuele Lissoni), sempre ospitale e gentilissimo.

Kanpai - Samuele Lissoni

Il mio angolino al Kanpai è quello lì, fin dall’apertura. Per cui se entrate buttate un occhio che ci sono!

Kanpai ha fatto parecchia strada così come parecchia strada ha fatto via Melzo, questa via di Porta Venezia a Milano che sembra guidare la rinascita milanese della qualità e del far bene anche sull’aperitivo, anche sui drink, in una zona in cui ormai gli aperitivi erano “mangia più che puoi, paga poco, fuggi verso il prossimo”.
E così tra ristoranti e cocktail bar di qualità ecco che un anno fa è spuntato questo Izakaya in versione italiana. Gli Izakaya in Giappone sono i luoghi deputati a sorseggiare degli ottimi sake mangiando qualcosa: potremmo, se ci passate il paragone, definire questo “qualcosa” come tapas giapponesi.

Kanpai interni

Il lampadario di Sake ha sempre il suo fascino e campeggia all’entrata del locale

La selezione di Sake è aumentata in modo esponenziale nel corso del tempo grazie ai viaggi di Enrico e Josef, patron di Kanpai, ed è aumentata anche quella di Shochu, distillato giapponese di riso, patate, castagne o altri elementi che si differenzia dal Sake per essere un distillato (mentre il Sake è fermentato e vi giuro che prima o poi ne parleremo diffusamente su DrinkUrWay).

Per il momento ci godiamo la selezione ascoltando le spiegazioni efficacissime dei sommelier al tavolo o di Samuele al bancone.
I Sake possono essere serviti caldi o freddi, hanno sentori che spaziano dai fiori ai funghi a seconda delle Prefetture di provenienza, dei metodi di produzione e addirittura a seconda della levigatura del singolo chicco di riso.
E’ un mondo affascinante che vi invito caldamente ad esplorare, c’è molto da imparare ma soprattutto c’è da divertirsi parecchio perchè l’effetto è quello di alcuni vini profumati: vanno giù bene i Sake, ma poi li sentite tutti!

Ma noi siamo qui per raccontarvi i drink del nuovo menu e non per bere Sake questa sera, così cominciamo subito!
La nuova lista di Kanpai si caratterizza per essere una sorta di mappa del gusto rappresentata su un quadrante molto intuitivo suddiviso per dolce, salato, umami, piccante, forte e così via.
In questo modo è facile orientarsi a seconda del fatto che si desideri un drink più fresco, più saporito o semplicemente un bel drink pieno da fine serata.
Samuele cura personalmente la scelta dei nomi (sempre fantasiosi), gli ingredienti, tutte le innumerevoli preparazioni che stanno dietro ad ogni drink e prepara i drink per voi.

Samuele Lissoni - Kanpai

Samuele e l’ultima fogliolina da inserire, il drink è quasi pronto!

Questa sera comincia dal Bushido, un cocktail a base gin che troviamo nella sezione dei sapidi e mediamente secchi.
Al suo interno troviamo un preparato di Miso (un condimento giapponese ottenuto dalla fermentazione dei fagioli), aceto e zucchero. Quindi estratto di sedano, Lillet Blanc Vermouth, Roku Gin (un gin giapponese molto profumato), succo di limone fresco e peperone friggitello. Il tutto viene guarnito con una sfoglia di miso e riso che arriva direttamente dalla cucina.

Bushido - Kanpai

Il Bushido mi ha davvero sorpreso. Acido, salato, profumato di gin. Provatelo.

Che dire? E’ un grandissimo inizio! Questo drink esalta il palato con un mix di sapori acidi e umami allo stesso tempo. Il friggitello regala freschezza mentre le papille gustative si stanno ancora godendo le acidità e sapidità. Quindi sul finale arrivano tutti i sapori del gin e del vermouth che hanno la funzione di allungare il gusto. Pazzesco (e non lo scrivo spesso).

Il Bushido ci mostra alla perfezione come il lavoro del bar e quello della cucina si intersechino qui al Kanpai. Gli homemade vengono gestiti principalmente al bar ma allo stesso tempo lo studio dei sapori e le materie prime arrivano da una collaborazione fortissima con i cuochi.
E infatti sul primo drink ci viene suggerito un piatto da parte della cucina: Ricciola o Karage (frittura di pollo che ha segnato in modo irrimediabile ogni mia sosta recente al Kanpai, provatela).

Intanto Samuele tra una chiacchiera e l’altra procede a passo spedito verso il prossimo drink: Mr Mamè. Anche qui troviamo un drink con una bella base gin, Seedlip, shochu di riso, cordiale ai fagioli edamame, sale allo shiso verde

Mr Mamè - Kanpai

Il Mr Mamè è una corsa in un prato

Il drink è delicatissimo ed estremamente vegetale: è un percorso in un orto o un prato fiorito. Seedlip ha la particolarità di essere un distillato analcolico ma allo stesso tempo estremamente saporito e gioca alla perfezione con i sentori degli edamame e dello shiso. Una bevuta verde!

Sul Mr Mamè ci viene servito anche l’aperitivo del Kanpai che arriva dalla cucina, cambia di frequente ed è sempre molto curato. Questa sera la sorte ci racconta di riso con uova di merluzzo, petto d’oca scottato con salsa alla soia, yuzu e burro, Gazpacho con polpo scottato, ceci e piselli. E direi che poteva andarci peggio!

L'aperitivo di Kanpai

L’aperitivo servito in queste scodelline giapponesi è un must da Kanpai

Tutti i piattini dell’aperitivo e i piatti dalla cucina sono studiati dal cuoco di Kanpai ma quello che mi piace è che siano anche frutto dei viaggi che Enrico, Josef e il Team del Kanpai fanno spesso in Giappone. Il lavoro di ricerca è fondamentale per fare bene oggi in una città che offre tantissimo come Milano. 
E sono molto contento che di recente Kanpai abbia lanciato una serie di serate in cui ospita bartender milanesi che possono così cimentarsi con ingredienti orientali e non, dando vita molto spesso ad assaggi e degustazioni di drink che raramente si trovano in altri locali.

Mentre mi guardo attorno apprezzando la nuova illuminazione e il nuovo arredamento del locale, ecco arrivare il terzo ed ultimo drink per questa intervista: l’Anton Inoki Luchador
Dedicato a un grande lottatore messicano, questo drink ha un ingrediente abbastanza ovvio, il Tequila, che in questo caso viene infuso con della polvere di Yuzu. Quindi succo di lime, sciroppo di dragoncello e acqua tonica.

Anton Inoki Luchador - Kanpai

L’Anton Inoki e il suo problema fondamentale. Si finisce in tre sorsi.

Semplice semplice da bere, un po’ meno da preparare ma questo drink è proprio il classico super frescone da bere in una serata estiva gustando i piatti di Kanpai!

Insomma, come avrete intuito questo è un locale che a me e al nostro Team piace parecchio. Ha forse l’unica pecca di essere spesso un po’ pieno data la sua posizione, ma vi garantisco che quando riuscirete a trovare posto non smetterete più di assaggiare cose e soprattutto ascolterete per ore Samuele che vi presenta (e serve) i suoi drink. 

Kanpai Porta Venezia

Il bancone del Kanpai

In generale la nuova lista mi è piaciuta: non è immediata nella lettura degli ingredienti che ho trovato un po’ complicati ma nello stesso tempo i drink sono freschi e buoni quindi funzioneranno, credo, molto bene.
E’ anche vero che la difficoltà nella lettura degli ingredienti viene compensata dalla preparazione del personale di sala che con estrema gentilezza e disponibilità fornisce ogni tipo di descrizione e risponde a tutte le domande.

Fateci sapere se passerete al Kanpai, se vi piace il pollo fritto (leggendario) e soprattutto se assaggerete qualcuno dei moltissimi Sake su cui vorremmo organizzare un servizio speciale. Ci trovate, per ogni informazione e confronto, sulla nostra pagina Instagram e su quella Facebook, vi aspettiamo!

Kanpai
via Melzo 12, Milano
sempre aperto dalle 19 all’1.00 tranne la domenica

Leave a Reply